logo-white
Prato Piu Semplice

L’insufficienza di infrastrutture adeguate a fronteggiare le esigenze della mobilità cittadina, l’insostenibile traffico, l’anacronistico e incompiuto modello di trasporto pubblico sono indicatori che rendono necessaria una profonda e radicale azione.

  1. Revisione del Piano urbano della mobilità: superamento del modello Lam e riduzione del numero di corsie preferenziali; corse serali e notturne; incremento delle corse nelle ore di punta e rafforzamento dei collegamenti tra il centro e le frazioni e verso l’ospedale;
  2. Risoluzione del nodo del Soccorso individuando e realizzando il progetto di più immediata cantierizzazione e minor impegno economico, che per certo non risponde al sottopasso proposto dall’amministrazione uscente;
  3. Revisione complessiva del piano della sosta che favorisca l’utenza residenziale e la clientela delle attività commerciale attraverso la creazione di nuovi posti auto da destinare alla sosta gratuita, e la trasformazione di una consistente percentuale di stalli blu in bianchi;
  4. Revisione della viabilità interna alle frazioni, invertendo il senso di marcia di alcune strade con l’obiettivo di alleggerire il traffico.